Green Pass, un nuovo ricatto: questa volta destinato ai punturati. Si va verso una validità ridotta a sei mesi per obbligarli alla terza dose

La durata del Green pass va ridotta perché la Certificazione Verde Covid-19 perde validità. Lo dice Guido Rasi, già direttore dell’Agenzia Europea dei Medicinali (Ema) e oggi consulente per l’emergenza Coronavirus del commissario Francesco Paolo Figliuolo. «Dopo 5-6 mesi il Green pass perde ogni giorno un po’ di validità rispetto alla circolazione del virus, se fossimo in bassa circolazione non sarebbe un problema ma in un momento di alta circolazione si deve pensare di ridurre la durata», ha detto Rasi a ‘Buongiorno‘ su Sky Tg24. L’esatto contrario di quello che pensa il professor Massimo Galli, per il quale la durata di 9 mesi è «un’apparente contraddizione, ma si tratta di una mediazione comprensibile. Nove mesi intanto sono l’indicazione che l’immunità non è infinita, ma va rinnovata con dei richiami come la terza dose e poi chissà», ha detto Galli in un’intervista a La Stampa.

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Strage sfiorata sullo scuolabus! Malore improvviso dell'autista, tutti salvi grazie all'intervento di un 13 enne

Next Article

Il Green Pass adesso non gli serve più. È morto a soli 54 anni nel solito tragico modo, ma se leggi la cronaca sembra che sia tutto normale

Related Posts