L’incubo del lockdown è quasi realtà: pronti alle chiusure totali in mezza Europa! Tutto per una variante che provoca una banale influenza

La variante Omicron stringe la morsa sull’Europa e lo spettro delle chiusure è ormai pronto a tornare realtà. Nel Regno Unito le autorità stanno elaborando un piano per un ipotetico lockdown di due settimane dopo Natale, che includerebbe il divieto di riunioni al chiuso tranne che per motivi di lavoro e la limitazione del servizio per pub e ristoranti solo all’esterno. A riferire di questa bozza è il Times, spiegando che le misure sarebbero finalizzate a rallentare la diffusione della variante Omicron del coronavirus. Secondo la testata, tuttavia, il premier Boris Johnson non ha ancora approvato il piano e non intende «chiudere». 

Il Financial Times riferisce che a Johnson sono state presentate una serie di opzioni per un cosiddetto ’Piano C’, che vanno «da linee guida blande» fino al lockdown. Secondo alleati del premier britannico, Johnson sarebbe più orientato verso le linee guida, ma deve comunque essere realistico sulla minaccia della variante Omicron. Intanto la Bbc ha riferito che comitato di esperti Sage (Scientific Advisory Group for Emergencies), in una riunione tenutasi giovedì e di cui l’emittente ha potuto visionare i verbali, ha affermato che in Inghilterra è necessario adottare al più presto misure più restrittive perché in relazione alla diffusione della variante Omicron del coronavirus si rischia di raggiungere i tremila ricoveri in ospedale al giorno. Pare che i consulenti abbiano raccomandato di passare alle restrizioni già viste ad aprile nella fase di allentamento del lockdown, con il divieto di incontrare al chiuso persone di altri nuclei domestici. Il comitato, inoltre, ha avvertito che «la tempistica delle misure è cruciale» e «ritardarle al 2022 ne ridurrebbe in modo considerevole l’efficacia».

Anche l’Olanda prevede di inasprire le misure per contenere la diffusione del coronavirus nel periodo di Natale chiudendo tutto, tranne i negozi essenziali. La decisione verrà presa durante una riunione che il governo avrà con gli esperti sanitari, che hanno chiesto di non tenere aperti i negozi non essenziali, le scuole, i bar, i ristoranti e altri eventi pubblici. Le nuove misure verranno annunciate nel corso di una conferenza stampa, come ha spiegato l’emittente nazionale olandese, la Nos, e l’agenzia di stampa Anp citando fonti di governo. Il portavoce del ministero della Salute, Axel Dees, si è rifiutato di commentare. A fine novembre il governo olandese ha già disposto la chiusura di bar, ristoranti e negozi dalle 17 alle 5 del mattino seguente. Il provvedimento dovrebbe restare in vigore fino al 14 gennaio.

Total
0
Shares
1 comment
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

"Oltre milleduecento decessi nascosti dai report dei test" Pfizer nella bufera, l'accusa dei pochi accademici davvero liberi è destinata a scatenare un vero scandalo

Next Article

"Sta lottando tra la vita e la morte" La studentessa di 12anni collassata a scuola è ancora in gravissime condizioni

Related Posts