“Sta lottando tra la vita e la morte” La studentessa di 12anni collassata a scuola è ancora in gravissime condizioni

“Mi fa tanto male la testa”. Sono state queste le ultime parole che è riuscita a pronunciare la studentessa di 12 anni, della scuola Malaparte, che ora lotta tra la vita e la morte. La ragazzina che frequenta la terza media della media di via Baldanzi ieri mattina era insieme ai propri compagni in palestra per l’ora di educazione fisica. Erano tutti seduti nella propria postazione, in attesa dell’inizio della lezione.

“La studentessa era seduta sulla sedia quando ha detto di avere un forte mal di testa. Poi si è accasciata a terra ed ha perso i sensi”, racconta con profondo dolore la dirigente Paola Toccafondi. “Sono subito intervenuti i compagni e il docente di educazione fisica che le ha iniziato a praticare immediatamente il massaggio cardiaco sotto la supervisione del medico del 118 che era a telefono. Il professore ha continuato la manovra fino a quando non sono arrivati i sanitari del 118. E’ stato davvero uno choc”.

La giovane non aveva mostrato alcun segno di malessere fino a quel momento: erano circa le 9 quando la studentessa ha accusato il malore prima di accasciarsi a terra priva di sensi. Immediata la richiesta di aiuto al 118 che ha inviato sul posto un’ambulanza con medico a bordo della Pubblica assistenza. I soccorritori hanno rianimato la ragazzina, di origine cinese, e sono riusciti a stabilizzarla. Le condizioni sono apparse subito molto gravi, per questo il medico del 118 ha chiesto l’intervento dell’elisoccorso Pegaso, che è atterrato nel parcheggio della Camera di commercio in via Pelagatti. Sul posto è intervenuta la polizia municipale per regolare il traffico. Gli agenti della polizia municipale hanno transennato la zona per consentire ai soccorritori di operare in sicurezza sotto gli occhi impietriti gli occhi della dirigente e dei docenti insieme ad alcuni compagni della studentessa. Secondo quanto appreso, la dodicenne potrebbe essere rimasta vittima di un aneurisma cerebrale. E’ stata presa subuto in carico dal reparto di Neurochirurgia del Meyerdo c’è è stata sottoposta a intervento chirurgico Adesso lotta tra la vita e la morte ricoverata nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Firenze, in condizioni gravissime.

Total
0
Shares
2 comments
  1. dopo i tanti casi sospetti post-vax, mi domando perchè le famiglie delle vittime non aprano un sito come punto di incontro, dove poter esporre i singoli casi, quantomeno per fare un censimento più realistico dei dati ufficiali sottostimati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

L'incubo del lockdown è quasi realtà: pronti alle chiusure totali in mezza Europa! Tutto per una variante che provoca una banale influenza

Next Article

"O ti vaccini o muori" Infermiera denunciata: così ha terrorizzato una ragazza minorenne che si apprestava a fare un tampone

Related Posts