“Non mi ricandido, torno a fare l’avvocato” l’inutile Bonafede dopo i danni fatti per 10 anni finalmente ha capito che è arrivata l’ora di levarsi dalle balle

L’annuncio dell’ex ministro Bonafede: «Torno a fare l’avvocato»

L’ex Guardasigilli chiarisce la sua posizione: «Si può fare buona politica anche non candidandosi. Non ho mai chiesto a Grillo o a Conte alcuna deroga»

«Già da qualche mese sono tornato allo studio legale che avevo fondato ben prima di entrare in politica. Ogni forza politica decide, attraverso i propri vertici, quali regole darsi… E quelle regole vanno rispettate». Pensieri e parole, su Twitter, del deputato M5S ed ex ministro della Giustizia Alfonso Bonafede.

L’ex guardasigilli metta in chiaro due punti: «Non mi sono mai espresso pubblicamente sui doppi mandati per una questione di stile che rivendico (e, al momento, proseguirò su questa linea). Non ho mai chiesto a Beppe o Giuseppe alcuna deroga. E senza alcuna ipocrisia, dico che se mi fosse stato chiesto di ricandidarmi, avrei certamente preso in considerazione la possibilità di proseguire, pur conoscendo le difficoltà in cui si trova il Movimento», aggiunge. «Perché non ho mai visto i ruoli che ho avuto l’onore di rivestire come “poltrone” comode ma semplicemente come luoghi in cui mantenere le promesse fatte ai cittadini. Sotto scorta, lavorando h24, affrontando tutto e tutti, guardando negli occhi il “gattopardo” in ogni giorno di lavoro! L’obiettivo è sempre stato lo stesso: mantenere le promesse», conclude.

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews 

Total
19
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Kosovo, lo sporco gioco degli Usa per portare la guerra a pochi chilometri dall'Europa: le tensioni, guarda che combinazione, sono iniziate dopo questa visita dei capi del Pentagono

Next Article

"Invitava a vaccinarsi per evitare la terapia intensiva" Medico friulano morto a soli 39 anni

Related Posts