Scatta questo selfie con la fidanzata e pochi minuti dopo muore: a lei cade il cellulare in una scarpata, lui precipita fatalmente in un burrone mentre cerca di recuperarlo

“La nostra maledetta ultima foto insieme. Sarai sempre con me, orsetto mio”. Lo scrive, in una ‘story’ sul proprio profilo Instagram, Sara Bragante, la fidanzata di Andrea Mazzetto, il trentenne di Rovigo morto precipitando dallo sperone “Altar Knotto”, sull’Altopiano di Asiago (Vicenza). Entrambi i giovani avevano iniziato a postare sui propri profili del social le fotografie dell’ascesa. L'”ultima foto” li ritrae in un selfie proprio sull’Altar Knotto. Poco dopo, secondo le ricostruzioni, Mazzetto, escursionista di 30 anni della provincia di Rovigo, avrebbe cercato di recuperare il cellulare caduto alla ragazza, ma avrebbe perso l’equilibrio precipitando per un centinaio di metri.

 

(ansa)

 

A dare l’allarme, sotto shock, è stata la fidanzata che ha allertato le forze dell’ordine. Le ricerche, che hanno coinvolto vigili del fuoco, Soccorso alpino e Suem 118, hanno poi consentito di recuperare la salma. Sul posto anche i carabinieri che stanno indagando sulle cause dell’incidente.

Total
1
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Renzi conferma il piano segreto della feccia: tenere Draghi a Palazzo Chigi anche dopo le elezioni. La sua lista con Calenda fatta solo per questo unico scopo: degli italiani a sta gentaglia frega nulla

Next Article

"E' terrorismo di stato, non un attentato" Il ministro Maria Zakharova accusa esplicitamente l'Ucraina per la morte di Darya Dugina

Related Posts