Sosteneva l’obbligo del sacro siero, come ogni buon giornalista di regime: adesso al massimo lo potra’ raccontare agli angeli

Il mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Roberto Renga. Da tempo lottava contro una brutta malattia che se l’è portato via all’età di 76 anni. Aveva seguito ben sette mondiali e altrettante edizioni degli Europei, due Coppe d’Africa, una Coppa America, i Giochi Olimpici in Australia. Lo storico giornalista sportivo, con una lunga carriera a Il Messaggero, ha voluto annunciare la sua morte con un tweet postumo: “Non posso lamentarmi. Sono stato molto amato e molto odiato. Il mio perdono a tutti meno tre“, ha scritto. Contrario ai tamponi, invitava tutti gli italiani a vaccinarsi. 

Scavalca la censura di regime dei social. Seguici via Telegram, basta un clic qui >https://t.me/capranews

Total
16
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Il governo guidato dalla Meloni sarà omofobo: Repubblica schiera persino Cecchi Paone. La figuraccia delle foto col ragazzino di 23 anni non lo esime dalla solita sparata senza senso

Next Article

Gigino sempre piu' quinta colonna della peggio feccia: attacca Meloni dicendo che non è mai stata europeista. Il problema è semmai che la Ducetta si è messa a 90 gradi con il Pentagono

Related Posts